Mai stati così felici

di Claire Lombardo - ROMANZO - Bompiani


Una saga famigliare ricca di amore mai scontato, che non scade nel patetico e nelle banalità dell'amore.

Vite che si diramano come le radici, ma anche come le fronde, di un albero.

Perché Claire Lombardo riesce a descrivere le relazioni tra i protagonisti - tanti, ma tutti ben descritti e costruiti - su un fondamento di base: la famiglia è la base, ma anche il punto di arrivo, ciò su cui potremo sempre contare.


Per costruire un legame simile, però, bisogna lavorare giorno per giorno su se stessi e sull'altro.


Quindi la comunicazione è parte fondamentale della famiglia. I non detti, le supposizioni, i silenzi, sono momenti ed espressioni di qualcosa che è necessario indagare per riuscire a solidificare la famiglia.

E lo si fa con il contributo di tutti.


Le radici dell'albero di cui parlavamo partono con il grande, spontaneo e naturale amore tra David, matricola di medicina a Chicago negli anni settanta, e Marilyn, studentessa di letteratura.

Quattro figlie, di cui la quarta a distanza di diversi anni dalla terza, necessaria per poter riprendere le fila della famiglia, che deviano la carriera di Marilyn a favore della cura della sua bella casa e dei cuori che essa costudisce al suo interno.


La vita quotidiana fa da sfondo all'amore della famiglia Sorenson, amore che giorno dopo giorno deve essere nutrito e coltivato, anche e soprattutto quando le quattro ragazze devono confrontarsi, crescendo, con l'amore incrollabile ed esemplare dei genitori.


Wendy affronta un’adolescenza complicata per poi ritrovarsi vedova molto giovane, Violet costruisce una vita perfetta per nascondere il passato, Liza, che ha scelto la carriera accademica, deve fare i conti con le responsabilità e il carico emotivo di un marito che forse non ama più, Grace, la piccola di casa, non vuole deludere la famiglia ed è costretta a mentire, diventando schiava di se stessa.


Certamente ogni protagonista vi entrerà in testa, al punto che vi ritroverete a pensare spesso alla famiglia Sorenson, della quale conoscerete quarant'anni di vita vissuta, e a tratti vi sembrerà di avere a che fare con amici di vecchia data.